Il 75% degli intervistati dice „No“ al Bitcoin nel sondaggio di „Money Saving Expert“

Martin Lewis, il sedicente „Money Saving Expert“ e campione di consumo per il pubblico britannico, ha tenuto un sondaggio chiedendo ai suoi seguaci se possiedono Bitcoin. Finora, meno di un giorno, e i risultati mostrano che quasi tre quarti hanno risposto: „No, non ho intenzione di farlo“.

„No, ma considerando“ forma la prossima categoria più popolare, al 14%. Ma nel complesso, sulla base di questo sondaggio, è chiaro che i seguaci di Lewis sono in gran parte anti-Bitcoin.

I seguaci di Lewis hanno idee sbagliate su Bitcoin e criptovalute

Un riepilogo dei commenti porta alla luce alcune prese di posizione interessanti su ciò che la gente pensa di Bitcoin. Tenete a mente che la maggior parte degli intervistati sono probabilmente laici con una comprensione e conoscenza superficiale delle criptovalute.

Tuttavia, è ancora evidente che, in alcuni casi, mezze verità e irrazionalità hanno plasmato l’opinione delle persone sul fatto che vale la pena investire in Bitcoin.

Un esempio di questo è un commento che collega il consumo di energia con la distruzione della civiltà. Dicono poi che questo è il motivo per cui i governi razionali legifereranno contro di esso fino al punto in cui diventerà privo di valore.

„No, e arriverà un punto in cui la sua impronta energetica diventerà così grande da distruggere la civiltà come la conosciamo, quindi alla fine sarà legiferato contro, almeno da qualsiasi governo razionale, e quindi diventerà totalmente inutile“.

Un tema comune a tutti è la convinzione che sia troppo tardi per investire in Bitcoin. Questo è probabilmente dovuto al presupposto errato che gli investitori possono comprare solo Bitcoin interi. Un commentatore, con questo punto di vista, ha poi detto che, avendo „perso la barca“, stavano invece estraendo PI, che si aspettano di replicare i guadagni di Bitcoin.

„Non abbiamo Bitcoin, abbiamo perso la barca e a meno che tu non abbia un sacco di denaro disponibile è difficile entrare in Bitcoin ora. L’algoritmo è troppo lento. Abbiamo appena iniziato il mining di PI che dovrebbe seguire la stessa tendenza“.

Ci sono attualmente due gettoni con il ticker PI. Uno è PChain, un sistema multichain con supporto Ethereum Virtual Machine, classificato 672 su CoinMarketCap. L’altro, e più probabile candidato, è Pi Network, un token non classificato che permette il „mining di valuta digitale“ su mobile attraverso un’app gratuita.

Martin Lewis è l’uomo più fidato della Gran Bretagna

La reputazione di Martin Lewis come stalker per aiutare le persone comuni non è seconda a nessuno. Il Guardian lo ha definito l’uomo più fidato della Gran Bretagna.

Per quanto riguarda la sua opinione personale su Bitcoin, Lewis non ha rivelato se è a favore o contro. Il mese scorso ha detto ai suoi seguaci che gli investitori in Bitcoin devono stare molto attenti ai furti e alle truffe.

In termini di investimento in Bitcoin, ha detto che non gli piace parlare di investimenti e ha riconosciuto la sua volatilità.

„Per quanto riguarda il fatto che sia buono – non parlo di investimenti. La cosa sugli investimenti – e Bitcoin è un investimento – è che i prezzi salgono e scendono. Con il Bitcoin, salgono e scendono in modo massiccio. E la ragione per sottolinearlo così tanto è che si può fare una fortuna, ma si può perdere una fortuna“.

Le risposte generiche di Lewis danno poco in termini di opinione personale sulla questione; leggete in questo ciò che volete. Tuttavia, il fatto che abbia tenuto un sondaggio su Twitter mostra che Bitcoin è almeno qualcosa nella sua mente.

IOTA develops its own oracles for real-time data in smart contracts

The IOTA Foundation is preparing the introduction of so-called oracles to feed real-time data into smart contracts on the Tangle network.

The IOTA Foundation is planning to introduce so-called oracles to feed real-time data into smart contracts on the Tangle network , according to an official blog post from February 8th.

Tangle offers advantages

In contrast to many blockchain oracles, the Tangle with the IOTA oracles offers a number of advantages, such as free transactions and processing almost in real time. The data used by IOTA Oracles do not come from external data sources or intermediate parties for transmission, but are written directly into the Bitcoin Circuit by their publishers.

The IOTA Foundation demonstrates the functionality of the IOTA oracles in a small video. It uses an example to show a so-called first party Oracle, which receives a price feed for digital assets from Kaiko and streams it on the IOTA Tangle.

„Once transmitted, applications can use Kaiko’s corporate-quality crypto-asset market data and integrate them into any decentralized application such as an automated market maker (AMM), a credit platform or a synthetic asset exchange on the IOTA Tangle,“ explains IOTA.

IOTA leaves several years of downtrend behind

The news about IOTA Oracle and other progress seems also boost the price of its own cryptocurrency Miota which after a bottoming out of more than two years up could erupt . On February 5, the exchange rate was only 0.4367 US dollars and has risen to 1.31 US dollars in the past few days .

Coordicide is getting closer

How IOTA already on 5 February told , there is for the interim version 1.5 IOTA Chrysalis now a status page . On this you can track the progress up to the planned Coordicide release IOTA 2.0 in detail using status updates. In January, a new version of the so-called Pollen-Testnet for the upcoming version IOTA 2.0 was published . Pollen is the first of a total of three phases up to the planned coordicide with IOTA 2.0, which will be supplemented by the two phases nectar and honey, based on bee colonies .